Ancelotti è di nuovo libero

Ancelotti, corsa al C.T tanto vincente

Carlo Ancelotti, ex-giocatore e allenatore di fama mondiale, soprattutto grazie alle sue vittorie sulla panchina del Milan è ritornato “single”. Un occasione troppo ghiotta per tante squadre che hanno i giocatori giusti, ma con coordinazioni tecniche che lasciano a desiderare.

Il suo amato Milan è a pochi passi dal cambio di allenatore visto le carenze tecniche dell’attuale C.T. Montella che si mostra ancora fiducioso delle sue doti dicendo di avere bisogno di più tempo.

Intanto non bisogna far attendere troppo un’allenatore del calibro di Carlo, a giudicare dal suo palmares, non ci vorrà molto affinchè un’ altra grossa squadra gli metta gli occhi addosso ai risultati del suo periodo tedesco.

LE PAROLE DI ANCELOTTI

“Niente altre squadre, almeno per il momento. Per i prossimi 10 mesi non voglio allenare, voglio riposarmi”

Questo fa capire che ancora nessuna squadra gli abbia fatto ancora un offerta, ma non vuol dire che non lo stiano prendendo in considerazione, niente affatto!

Si dice che l’allenatore sia stato allontanato dallo spogliatoio bavarese che non appoggiava le scelte tecniche “all’italiana”, specialmente dopo la sconfitta contro il PSG. Tra le accuse più dure troviamo quelle di Neuer, Robben e Boateng che si pensa siano stati i catalizzatori principali dell’esonero.

I tifosi milanisti e non solo, continuano a non dimenticarlo per quello che ha fatto in Italia in passato, incoraggiandolo e consigliando di non mollare. Perchè “Lì non ti meritano”, “Non sanno chi è Carlo Ancelotti”.

Comunque il C.T., si dimostra grato alla società bavarese per quello che ha vissuto negli anni di panchina.

Scrive sui social:

“E’ stato un grande onore far parte della storia del Bayern Monaco. Voglio ringraziare il Club, i Giocatori e la fantastica tifoseria. Ciao e #MiaSanMia”.

 

Serie A – Classifiche e Risultati 7ª giornata

C’E’ SOLO UNA CAPOLISTA

Alla fine dell 7ª giornata di campionata, solo una squadra si vede in cima alla classifica, il Napoli.

Ebbene si! La Juventus è stata frenata da una grande Atalanta che ha giocato a viso aperto una delle partite più difficili del loro campionato. E quindi, adesso si ritrova a -2 punti dalla cima.

ECCO LA CLASSIFICA

Ricapitolando: Juventus e Inter si trovano a pari punti in 2ª posizione, entrambi a 19. Inseguono un grande Napoli che non ha una ben che minima voglia di fermarsi, nè in campionato, nè probabilmente in Champions League.

I Bianconeri si dicono amareggiati dal pareggio secondo loro immeritato ma spesso il calcio è duro, e probabilmente Paulo Dybala poteva anche segnarlo quel rigore lì. Niente paura comunque, mancano ancora gli scontri diretti vero?




La Lazio si trova in 4ª posizione. Una grande squadra,, eccellente nei passaggi e micidiale nel concretizzare le azioni da goal. Simone Inzaghi sta eseguendo un ottimo lavoro, non c’è da stupirsi se già squadre molto più grandi stanno pensando a lui.

Il Milan si fa scavalcare da un paio di squadre. No, così non va bene. E’ troppo noioso parlare ancora e ancora dei 200 milioni spesi in estate. Basta. Diamo fiducia agli acquisti, magari è l’allenatore che è poco adatto alla rosa creatasi. La Roma, invece, si dimostra valorosa nel combattere e inizia a prendere una buona rincorsa per la vetta del campionato.



L’Inter di Spalletti. Discreto, poteva fare di meglio, poteva non prendere goal, almeno contro il Benevento. Ma va bene così, poco da recriminare, la squadra sta facendo il suo lavoro. Portare i 3 punti a casa.

ECCO I RISULTATI

Sorpresa della giornata è stata l’inaspettata vittoria del Chievo Verona che vince contro la Fiorentina portandosi in 9ª posizione in classifica alle spalle di Sampdoria e Milan.





 

 

E così Higuain ritorna in gol

L’ASCENSIONE

Golzalo Higuain finalmente ritorna a fare ciò che gli riesce meglio, fare gol. Un peso che ormai si portava avanti ormai da tanto tempo ora se l’è scrollato di dosso. Proprio lui, proprio in Champions, proprio in casa della Juventus.

Sui social scrive:



“Grazie a tutti coloro che ci sono stati sempre, adesso è facile esserci, ma un grazie speciale va a loro, famiglia, amici e fans”

Il Pipita sembra aver riconquistato fiducia in se stesso, molti penseranno che sia stato solo un gol, contro un squadra di medio basso livello come l’Olympiacos. In realtà è molto di più, Higuain si è sbloccato, e tutti sanno quanto è decisivo in area di rigore quando è in forma.

IL MERITO

“Di chi è il merito? Di tutti quelli che mi hanno accompagnato. Questo gol è per me e per i miei compagni, oltre che per i tifosi. Oggi è stato uno dei momenti più belli della mia carriera. Anche per tutte le persone che sono state accanto a me”

“Le critiche non mi disturbano. Ho abituato tutti troppo bene”

Così risponde l’argentino a coloro che lo davano per spacciato, perché i suoi appuntamenti con la rete mancavano solo ed esclusivamente per un fattore psicologico, niente’ altro, il talento resta, non sappiamo ancora per quanto ma resta.

Fiducia anche per i tifosi stessi che pensavano ad un doloroso addio al Pipita di sempre, ma adesso si può sperare in una rinascita, e con un Dybala in grandissima forma, l’attacco potrebbe essere uno dei più forti d’Europa.





 

UEFA Champions League, i Pronostici di Mercoledì

OGGI TURNO DI JUVENTUS E ROMA

Alcune partite del matchday di martedì hanno lasciato l’amaro in bocca a molti pronosticatori, come il Liverpool che pareggia con lo Spartak Moscow e il Manchester City che non riesce a fare più di due gol sbagliando anche un rigore.

Oggi è il turno di altre due italiane, Roma e Juventus, e dopo la vittoria del Napoli ieri, anche loro vogliono guadagnare i 3 punti che li porteranno ad avere voce in capitolo nei loro rispettivi gironi.

ECCO I PRONOSTICI




Girone A

Basilea-Benfica. Una partita molto equilibrata. Sono le 2 squadre che viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda nel loro girone, entrambe a 0 punti cercheranno di guadagnare i 3 punti necessari per fare un passo avanti. Probabilmente le squadre si annulleranno dal punto di vista tattico. (Probabile pareggio).

CSKA Mosca-Manchester United. La squadra di Mourinho è 1ª in campionato a paripunti con il Manchester City, ma sta dimostrando di essere nettamente più forte e più preparata rispetto alla stagione scorsa, con un Lukaku che si rivela decisivo in ogni partita. Anche il CSKA sta disputando un campionato eccellente ma probabilmente non riuscirà ad avere la meglio contro uno United così affiatato. (Probabile vittoria del Manchester United).

Girone B

PSG-Bayern Monaco. Si pensava che Neymar non ci sarebbe stato per questa sfida a causa di un piccolo infortunio al piede, ma le notizie sono buone, ci sarà dal 1′. Il tridente Cavani-Mbappe-Neymar sembra inarrestabile fino ad ora tralasciando le divergenza di spogliatoio. Il Bayern sta facendo un ottimo campionato ma ancora non riesce a brillare come dovrebbe. (Probabile vittoria del PSG con gol da entrambe le parti).




Anderlecht-Celtic. Le squadre meno preparate del girone si affrontano in un match molto equilibrato. Statisticamente il Celtic sembra averne di più vita la sua 1ª posizione in campionato. (Probabile vittoria del Celtic con poco margine di vantaggio).

Girone C

Qarabag-Roma. La Roma è molto agguerrita oggi, vuole assolutamente vincere e quale occasione migliore di questa? Tenere testa ad una squadra come l’Atletico Madrid non è affatto facile, oggi proveranno a vincerla a tutti i costi.(Probabile vittoria della Roma).

Atletico Madrid-Chelsea. Per la prima volta si gioca al nuovo stadio dell’Atletico Madrid in Champions che ospiterà un partita molto dubbia a livello di risultato, squadre molto simili tatticamente ma l’ambiente spagnolo potrebbe farla da padrona. (Probabile pareggio o vittoria dell’ Atletico Madrid con poco margine di vantaggio).

Girone D





Sporting-Barcellona. Il Barcellona sembra essersi abituata a vincere anche senza la presenza di Neymar, i giocatori sono riusciti a trovare il feeling adatto per questa Champions, ma lo Sporting non è una squadra da sottovalutare, è molto preparata e lo ha dimostrato nella scorsa partita di Champions.(Probabile pareggio).

Juventus-Olympiacos. L’unica certezza di oggi è la vittoria della Juventus in questa partita, Allegri sembra aver ritrovato la fiducia nei suoi dopo la sconfitta a Barcellona. La squadra è molto concentrata e aspetta questa sera da più di una settimana per potersi prendere  una rivincita per lo meno morale.(Probabile vittoria della Juventus).


TI RACCOMANDIAMO:

ALLENATI PER RAGGIUNGERE IL MASSIMO DELLA FORMA

LEZIONI PER UTILIZZARE IL TABLET AL 100%




UEFA Champions League, i Pronostici di Martedì

2° MATCHDAY DI CHAMPIONS LEAGUE

Oggi, martedì 22/09, ritorna la Champions League dopo tanto tempo a causa della pausa nazionali e dei turni infrasettimanali.

Cosa sarà cambiato rispetto al primo matchday? Non ci resta che aspettare stasera e goderci un po’ di sano spettacolo per capire.

I PRONOSTICI




Girone E

Siviglia-Maribor. Girone molto equilibrato, tutte e 4 le squadre hanno 1 punto. La squadra spagnola, però, sulla carta sembra essere nettamente più forte del Maribor, è 3ª in campionato a solo 1 punto dalla seconda. Il Maribor invece, nel suo campionato è in 2ª posizione, ma è tutt’ altra cosa rispetto a La Liga spagnola. Il Siviglia, inoltre ha il vantaggio di giocare in casa. (Probabile vittoria del Siviglia).

Spartak Moscow-Liverpool. La squadra inglese vuole dimostrare che almeno in Europa c’è, dopo aver sbagliato clamorosamente 2 partite in campionato, questa è l’occasione giusta per dimostrare che è il Liverpool. Lo Spartak Moscow è 8° nel suo campionato e probabilmente non sarà troppo pericolosa. (Probabile vittoria del Liverpool).

Girone F

Napoli-Feyenoord. La squadra napoletana stava aspettando questo momento sin dal triplice fischio al Metalista Stadium. Vuole assolutamente vincere, non può permettersi un’ altra sconfitta altrimenti inizierebbe ad avere difficoltà in termini di qualificazione. Il Feyenoord giocherà la sua partita, è 1° in campionato, ma lo è anche il Napoli di Sarri. (Probabile vittoria del Napoli con almeno 2 gol di scarto).



Manchester City-Shakhtar Donetsk. Il Manchester dall’ inizio di campionato ha fatto sempre più di 2 gol in ogni partita, non si fermerà certo oggi. Guardiola sembra aver trovato la formula giusta. (Probabile vittoria del Manchester City con almeno 2 gol di scarto).

Girone G

Besiktas-Lipsia. Il Lipsia sta facendo un ottimo campionato, è 6° in Bundesliga e questo dice tanto, ma il Besiktas sembra avere qualcosa in più e per adesso è la testa di serie del suo girone oltre ad essere in 2ª posizione nel suo campionato.(Probabile pareggio o vittoria del Besiktas).



Monaco-Porto. Una delle partite più difficili di oggi è proprio questa. Si prospetta un match molto equilibrato ed è molto difficile pronosticare un vincitore. Statistiche alla mano entrambe sono in 1ª e in 2ª posizione nei loro rispettivi campionati e a livello di difficoltà sono molto simili. (Probabile pareggio).

Girone H

Borussia Dortmund-Real Madrid. Ecco qui la seconda partita difficile di oggi. Il Borussia nel girone non ha nessun punto, mentre il Real è la testa di serie insieme al Tottenham. In Bundesliga sono primi in classifica in quanto stanno disputando un campionato eccellente, a differenza del Real che ogni tanto pecca, specialmente Cristiano Ronaldo che non ha ancora trovato il gol in Liga. (Probabile vittoria del Borussia Dortmund).

APOEL FC-Tottenham. Una delle più forti del girone affronta una delle meno preparate, non ci dovrebbe essere nessun problema particolare per gli Spurs che in campionato sono in 4ª posizione a soli 2 punti dal Chelsea di Conte. (Probabile vittoria del Tottenham).





 

Classifica e Risultati – 6ª giornata Serie A

LE ASPETTATIVE DELLA SERIE A

 

La 6ª giornata di campionato si chiude secondo le aspettative, o quasi. Tutte le squadre in corsa per lo scudetto vincono, anche con qualche difficoltà. Eccetto una, che è stata molto deludente. Il Milan di Montella.

La distanza tra le squadre si allunga, le migliori si confermano e le peggiori restano lì, in fondo alla classifica. Si può dare anche il 100% in una partita, ma alla fine è il tabellone che parla. E’ la dura legge del calcio.

ECCO LA CLASSIFICA AGGIORNATA

 



classifica
Fonte: Google

Napoli e Juventus continuano a condurre la classifica entrambe a 18 punti. 6 partite su 6 vinte. Durante questa giornata il Napoli è stato messo in difficoltà molte volte da uno SPAL abbastanza convincente ma è riuscito a conquistare i 3 punti. La Juventus, dopo aver stracciato il Torino nel derby riconquista la fiducia che stava andando perdendo.

In terza posizione troviamo l’Inter di Spalletti. Poco decisiva in avanti ma riesce comunque a fare il minimo indispensabile per i 3 punti. (1-0).

La squadra che, più di tutte, ha ingannato le aspettative è stata il Milan. Sconfitta per 2-0 contro un ottima Sampdoria. Montella adesso è sul filo del rasoio per Fassone (amministratore delegato) e per le successive partite non ha margine di errore, altrimenti verrà esonerato senza pensarci 2 volte.

ECCO I RISULTATI





risultati
Risultati 6a giornata di Serie A

La Roma procede discretamente continuando a vincere, e la Lazio si riconferma una delle migliori in corsa per il podio.

Il capocannoniere di questa Serie A, attualmente è Paulo Dybala (JUV) con 10 gol, seguito da Ciro Immobile (LAZ) con 8 gol e Edin Dzeko (ROM) con 6 gol.




 

Milan, non ci voleva! Montella deve andare via

MILAN STORDITO E CONFUSO

I tifosi si dicono molto arrabbiati a causa della prestazione dei giocatori rossoneri ma soprattutto delle scelte con le quali Montella ha deciso di affrontare la partita.

Non è mai facile contro squadre come la Sampdoria. Si trasformano contro i grandi nomi, specialmente quando giocano in casa, diventano delle belve e la tifoseria fa da 12° uomo in campo.

stadio-ferraris
Stadio Luigi Ferraris

 

“Ma fate sul serio?” si esprimono i tifosi rossoneri. 200 milioni spesi durante il mercato estivo e questi sono i risultati che porta a casa Montella. Il 4-1 contro la Lazio ci poteva anche stare, anche con qualche forzatura, ma 2-0 contro la Samp no. Le accuse, quindi ricadono tutte sul C.T., anche quelle dell’ amministaratore delegato Fassone al quale sfiora l’idea di un futuro esonero dell’ allenatore.

“Non sono gli acquisti sbagliati, ma le scelte tattiche optate”

Dice Fassone.



Montella deve studiare ancora, è impreparato, non riesce a gestire la formazione, deve sperimentare di più, non si possono lasciare 100 milioni in panchina vedere la disfatta di un Milan che all’ inizio aveva illuso tutti i tifosi speranzosi di una rinascita.

“La squadra non la sa motivare”.

“Per una squadra del genere ci vuole polso, lui è troppo elastico”

“Mentalità sbagliata fin dall’ inizio”

Sono questi i commenti a caldo dei tifosi, e chi più di loro che stanno vedendo lo sfacelo di anni e anni di glorie sanno cos’è meglio per la loro squadra del cuore?. Si sentono umiliati nel profondo, non si possono illudere in questo modo milioni di persone. La pazienza ha un limite.

RIFLESSIONI SULLA SQUADRA





Donnarumma: Senza colpe nelle occasioni da gol della Samp.

Zapata: Troppo sottile, salva un gol ma ne regala un altro che permette alla Samp di chiudere la partita.

Bonucci: Non ancora quello della Juventus.

Romagnoli: Partita discreta, senza particolari errori.

Abate: Si vede poco, la Samp, dalla sua parte, è riuscita a sfondare spesso.

Kessie: Troppo lento e impreciso. Tanti errori in fase di passaggio.

Biglia: L’unico che cerca di inventare qualcosa, ma nessuno si fa vedere.

Bonaventura: Quasi sempre giocate difficili che non riescono.

Ricardo Rodriguez: Impreciso nei cross ma ha dato tanto, almeno in corsa.

Suso: Passeggia in campo, trovando poco dialogo calcistico con la punta.

Kalinic: Tutto da solo non riesce a fare molto, lotta, crea spazi ma la palla non arriva quasi mai.





 

Juventus-Torino 4-0, Analisi partita e interviste

E LA JUVENTUS CHE UCCISE IL TORO

Juventus
La bandiera della Juventus

4 a 0 per la Juventus nel derby di Torino. Chi se lo sarebbe mai aspettato? Il Torino stava andando così bene…

Vincere contro la Juventus  di questi tempi è difficilissimo, ma addirittura perdere per 4-0 significa non essere mai entrati in partita.

Il match probabilmente è stato influenzato dall’ espulsione di Baselli al 24′ ma è stato deciso da un arrestabile Paulo Dybala che si contina ad affermare un Top Player raro. A Paulo è stato dato l’onore di aprire e chiudere la partita segnando una doppietta, un gol per l’ 1-0 e l’ altro per il 4-0. Ormai è amatissimo dalla tifoseria bianconera. Potrebbe avere tutte le carte in tavola per divenire il nuovo Del Piero. Ma non ci allarghiamo ancora così tanto.



 

Higuain, entrato nel secondo tempo all’ 80′ per mancanza di fiducia da parte di allegri, non è riuscito a sbloccarsi nemmeno questa volta. Poca la voglia dell’argentino, oppure, potrebbe essere solo un periodo di astinenza dovuto alla sfortuna.

Pjanic realizza il gol del 3-0, in stile Dybala. Calcia di prima fuori area e insacca alle spalle del portire. Il 2-0, invece, è stato realizzato da un incredibile Alex Sandro, ormai fondamentale per la rosa di Allegri e indispensabile nella fase sia offensiva che difensiva.

Nell’ intervista di Premium Sport, Allegri afferma:




“Adesso si inizia a correre un po’ di più, ma non sono ancora soddisfatto, dobbiamo trovare costanza tecnica. Higuain? ho voluto dargli un turno di riposo come succederà anche per Dybala, è molto importante per me e per tutti. Ora pensiamo alla Champions”.

Paulo Dybala:

“Dopo l’espulsione, sapevamo che sarebbe stato più facile. Abbiamo saputo gestirla meglio a differenza della partita contro la Fiorentina. Adeesso bisogna pensare solo a mercoledì”

Tutti preoccupati per la questione Champions, specialmente dopo la sconfitta contro il Barcellona. Ma la Juve non si scoraggia, va avanti e combatte. In fonodo, è quella del “Fino alla fine”.





Serie A – I Pronostici della 6ª giornata

IL WEEK-END DI SERIE A

Oggi si riapre la Serie A con ben 3 anticipi a partire dalle h 15:00. Le partite di questo fine settimana si rivelano molto più difficili del solito nel pronosticare un probabile vincitore. Tutte partite molto equilibrate, o quasi.

ECCO I PRONOSTICI

Gli Anticipi

Roma-Udinese. La Roma pian piano diventa sempre più credibile, riuscendo a venir fuori vincitrice molto spesso e con molta facilità. L’ Udinese è sotto i ritmi prestabiliti, non sembra più quella dello scorso anno, peccando soprattutto in fase difensiva. (Probabile vittoria della Roma con almeno 2 gol di scarto).

SPAL-Napoli. Il Napoli sta dimostrando di essere inarrestabile, facendo fuori in maniera spietata anche le squadre più competitive. La SPAL, giocherà a viso aperto, ma le probabilità di successo sono troppo scarse. (Probabile vittoria del Napoli con almeno 2 gol di scarto).

Juventis-Torino. La Juve continua il suo cammino in vetta alla classifica ma ha il toro a soli 4 punti alle spalle e molto deciso. Le incognite sono tante in questa partita, come: Higuain si sbloccherà? Allegri saprà adottare le misure giuste? E se Belotti è in giornata? Una partita molto dubbia quanto spettacolare ci aspetta questa sera. (Probabile vittoria della Juventus con poco margine di vantaggio):



Le partite della domenica

Sampdoria-Milan. la Samp è a soli 3 punti dalla squadra milanese, dimostrando di essere in grado di saper difendere ma di non saper attaccare. Il Milan, sembra essere rinato, ma deve essere più decisivo per poter acquisire più fiducia. (Probabile vittoria del Milan con poco margine di vantaggio).

Inter-Genoa. Ritorna l’ Inter a San Siro alle 15:00. Spalletti è deciso a far bene in questa partita, ma tutto dipende dai giocatori e dal modo in cui entreranno in partita. L’inter vuole vincere e vuole dimenticare la brutta prestazione di Bologna. Il Genoa fa molta fatica in campionato, solo 2 punti per la squadra ligure. (Probabile vittoria dell’Inter con almeno 2 gol di scarto).

Cagliari-Chievo. Le 2 squadre sono distanti solo 1 punto l’ una dall’ altra e nessuna delle 2 vuole abbandonare la propria posizione in classifica, vogliono solo risalire, ma ambiscono a poco. (Probabile pareggio).




Crotone-Benevento. Potrebbe essere la possibilità per entrambe le squadre di guadagnare la prima vittoria in campionato, ma il Crotone, in questa partita, e vista anche la partita in casa, sembra essere un po’ più favorito del Benevento. (Probabile vittoria del Crotone).

Hellas Verona-Lazio. I biancocelesti hanno tanta voglia di rifarsi dopo l’amara rimonta subita contro il Napoli, e questa potrebbe essere l’occasione giusta per farlo. (Probabile vittoria della Lazio con almeno 2 gol di scarto).

Sassuolo-Bologna. E’ questa una delle partite più difficili. Entrambe le squadre sembrano essere sulle stessa lunghezza d’onda. Il Bologna sembra essere costante, ma se il Sassuolo è riuscito ad acquisire fiducia dopo la vittoria a Cagliari allora il risultato è esplicito. (Probabile pareggio o vittoria del Sassuolo).

Fiorentina-Atalanta. Una partita molto equilibrata. La Fiorentina sembra aver perso colpi dopo la sconfitta contro il Milan, ma non perde fiducia e ha tanti obbiettivi in questo campionato. L’Atalanta convince sempre di più è tanto motivata e segna tanto, una delle migliori in campionato. (Probabile pareggio o vittoria della Fiorentina con gol da entrambe le parti).





Serie A – Probabili Formazioni della 6ª giornata

LA 6ª GIORNATA DI SERIE A

Ritorna la Serie A! I primi 3 anticipi che si giocheranno sabato 23/09. La classifica inizia ad allungarsi e gli allenatori devono adottare delle misure per accorciarla sempre di più. Eccetto Napoli e Juventus che devono cercare di aumentare il loro distacco dalle altre squadre.

ECCO LE PROBABILI FORMAZIONI

Gli anticipi

ROMA-UDINESE

Formazione Roma (4-3-3) : ALISSON 1, FLORENZI 24, MANOLAS 44, JUAN JESUS 5, KOLAROV 11, NAINGGOLAN 4, DE ROSSI 16, STROOTMAN 6, DEFREL 23, DZEKO 9, PEROTTI 8

Formazione Udinese (4-4-2):. 22 SCUFFET, STRYGER LARSEN 19, ANGELLA4, NUYTINCK 17, SAMIR 3, DE PAUL 10, BEHRAMI 85, BARAK 72, JANKTO 14, MAXI LOPEZ 20, LASAGNA 15

SPAL-NAPOLI

Formazione SPAL (3-5-2): GOMIS 1, SALAMON 21, VICARI 23, FELIPE 27, M. LAZZARI 29, SCHIATTARELLA 28, VIVIANI 77, MORA 20, COSTA 33, ANTENUCCI 7, BORRIELLO 22

Formazione Napoli (4-3-3): REINA 25, HYSAJ 23, ALBIOL 33, KOULIBALY 26, GHOULAM 31, ZIELINSKI 20, DIAWARA 42, HAMSIK 17, CALLEJON 7, MERTENS 14, INSIGNE 24

JUVENTUS-TORINO

Formazione Juventus (4-2-3-1): BUFFON 1, LICHTSTEINER 26, BENATIA 4, CHIELLINI 3, ALEX SANDRO 12, PJANIC 5, MATUIDI 14, CUADRADO 7, DYBALA 10, MANDZUKIC 17, HIGUAIN 9

Formazione Torino (4-2-3-1): SIRIGU 39, DE SILVESTRI 29, LYANCO 97, N’KOULOU 33, MOLINARO 3, RINCON 88, BASELLI 8, IAGO FALQUE 14, LJAJIC 10, NIANG 11, BELOTTI 9

Le partite di domentica



SAMPDORIA-MILAN

Formazione Sampdoria (4-3-1-2): PUGGIONI 1, SALA 7, SILVESTRE 26, REGINI 19, STRINIC 17, LINETTY 16, TORREIRA 34, PRAET 18, RAMIREZ 90, ZAPATA 91, QUAGLIARELLA 27

Formazione Milan (3-5-1-1): G.DONNARUMMA 99, MUSACCHIO 22, BONUCCI 19, ROMAGNOLI 13, ABATE 20, KESSIE 79, BIGLIA 21, BONAVENTURA 5, RODRIGUEZ 68, SUSO 8, KALINIC 7

CAGLIARI CHIEVO

Formazione Cagliari (4-3-1-2): CRAGNO 28, PADOIN 20, ANDREOLLI 3, PISACANE 19, CAPUANO 24, IONITA 21, CIGARINI 8, BARELLA 18, JOAO PEDRO 10, FARIAS 17, SAU 25

Formazione Chievo (4-3-1-2): SORRENTINO 70, TOMOVIC 40, GAMBERINI 5, DAINELLI 3, CACCIATORE 29, CASTRO 19, RADOVANOVIC 8, HETEMAJ 56, BIRSA 23, PUCCIARELLI 20, INGLESE 45

CROTONE-BENEVENTO

Formazione Crotone (4-4-2):CORDAZ 1, SAMPIRISI 31, AJETI 93, CECCHERINI 7,  PAVLOVIC 20, ROHDEN 6, BARBERIS 18, MANDRAGORA 38, STOIAN 5, BUDIMIR 17, TUMMINELLO 32

Formazione Benevento (4-4-2):  BELEC 1, DI CHIARA 17, VENUTI 23, COSTA 21, LETIZIA 3, LOMBARDI 87, CATALDI 8, MEMUSHAJ 20, LAZAAR 77, ARMENTEROS 90, CODA 11

INTER-GENOA

Formazione Inter (4-2-3-1): HANDANOVIC 1, D’AMBROSIO 33, MIRANDA 25, SKRINIAR 37, DALBERT 29, VECINO 11, BORJA VALERO 20, CANDREVA 87, BROZOVIC 77, PERISIC 44, ICARDI 9

Formazione Genoa (3-4-2-1): PERIN 1, BIRASCHI 14, ROSSETTINI 13,  ZUKANOVIC 87, LAZOVIC 22, VELOSO 44, BERTOLACCI 8, LAXALT 93, RICCI 27,  TAARABT 11, PELLEGRI 64




VERONA-LAZIO

Formazione Verona (4-3-2-1): NICOLAS 1, ROMULO 2, HEURTAUX 75, CARACCIOLO 12, SOUPRAYEN 69, FOSSATI 8, B. ZUCULINI 5, BESSA 24, VALOTI 27, CERCI 10, PAZZINI 11

Formazione Lazio (4-3-2-1): STRAKOSHA 1, PATRIC 4, LUIZ FELIPE 27, RADU 26, LUKAKU 5, PAROLO 16, LUCAS LEIVA 6, LULIC 19, MILINKOVIC-SAVIC 21, LUIS ALBERTO 18, IMMOBILE 17

SASSUOLO-BOLOGNA

Formazione Sassuolo (3-5-2): CONSIGLI 47, LETSCHERT 55, CANNAVARO 28, ACERBI 15, LIROLA 21, MISSIROLI 7, MAGNANELLI 4, DUNCAN 32, ADJAPONG 98, POLITANO 16, MATRI 10

Formazione Bologna (4-2-3-1): MIRANTE 83, KRAFTH 4, GONZALEZ 3, MAIETTA 20, MASINA 25, POLI 16, PULGAR 5, DONSAH 77, VERDI 9, PALACIO 24, DI FRANCESCO 14

FIORENTINA-ATALANTA

Formazione Fiorentina (4-2-3-1): SPORTIELLO 57, GASPAR 76, PEZZELLA 20, ASTORI 13, BIRAGHI 3, VERETOUT 17, SANCHEZ 6, GIL DIAS 28, THEREAU 77, CHIESA 25, SIMEONE 9

Formazione Atalanta (3-4-1-2): BERISHA 1, TOLOI 3, CALDARA 13, PALOMINO 6, HATEBOER 33, FREULER 11, DE ROON 15, GOSENS 8, CRISTANTE 4, GOMEZ 10, PETAGNA 29


Fonte: sport.mediaset.it