Gli Schiaffi di Gattuso

LA PERSONALITA’ DI RINGHIO

Tutti conosciamo Gennaro Gattuso: Campione del mondo nel 2006, protagonista di grandi successi Rossoneri e una gran testa calda. Non ci vuole molto a far arrabbiare Ringhio, basta un nonnulla e gli scatta “l’ignoranza” come lui stesso dichiara.




Le sue azioni si accumulano anno dopo anno. Lo possiamo ricordare durante la partita Milan-Tottenham del 2011 nella quale Rino Gattuso arrivò addirittura a mettere le mani al collo a Joe Jordan. Oppure lo schiaffone al suo assistente da C.T. del Pisa Calcio.

Lo schiaffo di Gattuso al suo assistente



Insomma sembra che Ringhio faccia valere le proprie ragioni, a modo suo, ma le fa valere.


LO SCHIAFFO A BELLODI

Recentemente, un video diventato ormai virale, vede l’ allenatore del Milan schiaffeggiare scherzosamente il 17enne difensore Gabriele Bellodi dopo aver tenuto in mano la maglia del Barcellona in maniera orgogliosa.

Il momento in cui Gattuso schiaffeggia il 17enne Bellodi. Credit: Sportbible

Il fatto è accaduto dopo la vittoria per 1 – 0 del Milan contro i Blaugrana all’inizio di questo mese e Bellodi voleva probabilmente ricordare il risultato facendosi vedere dalle telecamere con la maglia de Barcellona. Ma il gesto, a quanto pare, non è stato tanto gradito da Rino Gattuso.





preordina adesso fifa 19 ad un prezzo bassissimo.

 

 

 

Thiago Silva: Ho il Milan nel cuore e vorrei…

LE DICHIARAZIONI DI THIAGO SILVA

L’ ex difensore rossonero sogna un ritorno a vestire la maglia del Milan e lo dichiara durante un’ intervista alla Gazzetta dello Sport: “Il Milan è nel mio cuore, vorrei tanto tornare per chiudere la carriera in bellezza. Gattuso è un pilastro della società, alla squadra però mancano un paio di campioni”.


UN FANTASTICO RITORNO

Il brasiliano ha detto addio al Milan nell’ estate del 2012, ma il diavolo rossonero continua a occupare un posto speciale nel suo cuore secondo le sue dichiarazioni. Continua dicendo:” Se ricevessi un’ offerta dal Milan come potrei dire di no? Una squadra che mi ha dato tutto e io ho ricambiato per come h potuto”. Non è mai semplice parlare di futuro, ma nel calcio “Mai dire mai”.

L’ex rossonero dice di essere tutt’ora un grande tifoso del Milan seguendo tutte le vicende e le partite della società milanese. “Il calcio italiano e soprattutto europeo ha bisogno del Milan, la strada rimane ancora lunga purtroppo, ma certe  problematiche si devono mettere in conto quando una squadra si stravolge da una stagione all’ altra. Nuovi giocatori, nuova dirigenza, nuovi tecnici non rendono le cose facili ma tempo al tempo, tutto si deve adattare prima o poi”. Conclude così il brasiliano.

THIAGO SILVA SU GATTUSO




In questo momento, ad allenare il Milan c’è un grande ex compagno di squadra del brasiliano in rossonero. Rino Gattuso è l’uomo perfetto in questo momento preciso della storia del Milan secondo Thiago Silva. “Ha la stessa cattiveria agonistica di quando giocava, ed è proprio quello di cui aveva bisogno il Milan”, continua il brasiliano.

IL FUTURO

“Ho 33 anni ma questo non è un problema, in campo cambia tutto. Io ci sono ancora, eccome se ci sono. Sarò ancora protagonista”. Conclude così l’ ex difensore rossonero.

FOOTBALL RELIGION CONSIGLIA:






Neymar al Real Madrid

LA SORTE DI NEYMAR

Il giovane talento brasiliano, passato dal Barcellona al Paris Saint Germain per una cifra da capogiro (circa 200 milioni di euro), sembra non essere soddisfatto della stagione trascorsa in Francia e dopo il suo infortunio e l’eliminazione dalla Champions League molti pensieri vagavano nella testa del ragazzo. Le voci che Neymar avrebbe lasciato il PSG esistevano già visto l’ insoddisfazione dello staff parigino durante le partite di Champions, perciò la teoria che sarebbe andato via a breve diveniva sempre più  verosimile.


L’ INCONTRO CON MODRIC

Subito dopo il fischio finale dell’ amichevole Croazia-Brasile, Luka Modric (Real Madrid) e Neymar, all’interno degli spogliatoi si sono scambiati la loro maglietta e le parole del giocatore del Real Madrid sono state chiare ed incisive :”Ti aspettiamo al Real Madrid”, e Neymar lo guarda e gli lancia un sorriso; chiara anche la risposta del brasiliano.

LE IDEE DEL REAL MADRID

Il Real Madrid sarebbe disposto a fare follie per un giocatore con Neymar anche in vista dell’ imminente addio a Madrid da parte di Cristiano Ronaldo. Al Real servirà un velocista e un dribblatore, e chi meglio del brasiliano?

Le decisioni si prenderanno dopo il Mondiale, ma il loro destino ormai è scritto.

I Prodotti che consiglia Football Religion:


 




UEFA Champions League, i Pronostici di Mercoledì

LA CHAMPIONS SI FA CALDA

Il matchday della Champions League di oggi si prospetta molto combattuto, sia per l’equilibrio sulla carta delle squadre che si affrontano, sia per la conformazione che i gironi hanno preso.

GIRONE A

CSKA Mosca-Basilea.  Entrambe le squadre hanno 3 punti nel girone, si prospetta una partita molto equilibrata con goal da entrambi le parti. (Probabile pareggio o vittoria del CSKA Mosca).

Benfica-Manchester United. Il Benfica è ultimo nel suo girone con zero punti. Poche le probabilità che riesca ad uscirne vincitrice contro la testa di serie che è in gran forma in questo momento. (Probabile vittoria del Manchester United).

GIRONE B

Anderlecht-PSG. Partita fin troppo scontata sulla carta per i parigini. L’ Anderlecht è in grave crisi in ambiente europeo, mentre il PSG non è mai stato così forte e decisivo. (Probabile vittoria del PSG con almeno 3 gol di scarto).



Bayern Monaco-Celtic. Il Bayern non può non vincere dopo la sconfitta subita da parte del PSG. Ancelotti esonerato, adesso i bavaresi vogliono ripartire da zero, riorganizzando le idee. Quale esordio migliore della nuova panchena se non una vittoria in Champions? (Probabile vittoria del Bayern Monaco).

GIRONE C

Qarabag-Atletico Madrid. Un’ occasione che l’Atletico non può assolutamente perdere. Vincere contro la squadra meno preparata del suo girone e tentare di riprendere la possibile fuga della Roma in vista della partita contro il Chelsea. (Probabile vittoria dell’Atletico Madrid con almeno 2 gol di scarto).

Chelsea-Roma. La partita più difficile del matchday. La Roma si sta rivelando molto forte e decisiva, mentre la squadra di Conte inizia a perdere colpi, almeno nel suo campionato. Potrebbero rivelarsi 90 minuti di enorme equilibrio. Partita che verrà decisa da episodi, ma le statistiche danno come favorito il Chelsea. (Probabile vittoria del Chelsea o pareggio).

GIRONE D





Juventus-Sporting Club. La Juventus non ci sta, non vuole e non può perdere. Questa partita in casa è una ghiotta occasione per portarsi al secondo posto in classifica nel suo girone. Anche se lo Sporting è una squadra da non sottovalutare, i bianconeri sono i favoriti. (Probabile vittoria della Juventus).

Barcellona-Olympiacos. Anche qui, si sfidano l’attuale testa di serie con la squadra meno preparata del girone. Il Barcellona non dovrebbe avere alcun problema nel vincere questa partita e portarsi a 9 punti nel girone, così facendo potrebbe restare in prima posizione a punteggio pieno. (Probabile vittoria del Barcellona con almeno 2 gol di vantaggio).




UEFA Champions League, i Pronostici di Mercoledì

OGGI TURNO DI JUVENTUS E ROMA

Alcune partite del matchday di martedì hanno lasciato l’amaro in bocca a molti pronosticatori, come il Liverpool che pareggia con lo Spartak Moscow e il Manchester City che non riesce a fare più di due gol sbagliando anche un rigore.

Oggi è il turno di altre due italiane, Roma e Juventus, e dopo la vittoria del Napoli ieri, anche loro vogliono guadagnare i 3 punti che li porteranno ad avere voce in capitolo nei loro rispettivi gironi.

ECCO I PRONOSTICI




Girone A

Basilea-Benfica. Una partita molto equilibrata. Sono le 2 squadre che viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda nel loro girone, entrambe a 0 punti cercheranno di guadagnare i 3 punti necessari per fare un passo avanti. Probabilmente le squadre si annulleranno dal punto di vista tattico. (Probabile pareggio).

CSKA Mosca-Manchester United. La squadra di Mourinho è 1ª in campionato a paripunti con il Manchester City, ma sta dimostrando di essere nettamente più forte e più preparata rispetto alla stagione scorsa, con un Lukaku che si rivela decisivo in ogni partita. Anche il CSKA sta disputando un campionato eccellente ma probabilmente non riuscirà ad avere la meglio contro uno United così affiatato. (Probabile vittoria del Manchester United).

Girone B

PSG-Bayern Monaco. Si pensava che Neymar non ci sarebbe stato per questa sfida a causa di un piccolo infortunio al piede, ma le notizie sono buone, ci sarà dal 1′. Il tridente Cavani-Mbappe-Neymar sembra inarrestabile fino ad ora tralasciando le divergenza di spogliatoio. Il Bayern sta facendo un ottimo campionato ma ancora non riesce a brillare come dovrebbe. (Probabile vittoria del PSG con gol da entrambe le parti).




Anderlecht-Celtic. Le squadre meno preparate del girone si affrontano in un match molto equilibrato. Statisticamente il Celtic sembra averne di più vita la sua 1ª posizione in campionato. (Probabile vittoria del Celtic con poco margine di vantaggio).

Girone C

Qarabag-Roma. La Roma è molto agguerrita oggi, vuole assolutamente vincere e quale occasione migliore di questa? Tenere testa ad una squadra come l’Atletico Madrid non è affatto facile, oggi proveranno a vincerla a tutti i costi.(Probabile vittoria della Roma).

Atletico Madrid-Chelsea. Per la prima volta si gioca al nuovo stadio dell’Atletico Madrid in Champions che ospiterà un partita molto dubbia a livello di risultato, squadre molto simili tatticamente ma l’ambiente spagnolo potrebbe farla da padrona. (Probabile pareggio o vittoria dell’ Atletico Madrid con poco margine di vantaggio).

Girone D





Sporting-Barcellona. Il Barcellona sembra essersi abituata a vincere anche senza la presenza di Neymar, i giocatori sono riusciti a trovare il feeling adatto per questa Champions, ma lo Sporting non è una squadra da sottovalutare, è molto preparata e lo ha dimostrato nella scorsa partita di Champions.(Probabile pareggio).

Juventus-Olympiacos. L’unica certezza di oggi è la vittoria della Juventus in questa partita, Allegri sembra aver ritrovato la fiducia nei suoi dopo la sconfitta a Barcellona. La squadra è molto concentrata e aspetta questa sera da più di una settimana per potersi prendere  una rivincita per lo meno morale.(Probabile vittoria della Juventus).


TI RACCOMANDIAMO:

ALLENATI PER RAGGIUNGERE IL MASSIMO DELLA FORMA

LEZIONI PER UTILIZZARE IL TABLET AL 100%




Classifica e Risultati – 6ª giornata Serie A

LE ASPETTATIVE DELLA SERIE A

 

La 6ª giornata di campionato si chiude secondo le aspettative, o quasi. Tutte le squadre in corsa per lo scudetto vincono, anche con qualche difficoltà. Eccetto una, che è stata molto deludente. Il Milan di Montella.

La distanza tra le squadre si allunga, le migliori si confermano e le peggiori restano lì, in fondo alla classifica. Si può dare anche il 100% in una partita, ma alla fine è il tabellone che parla. E’ la dura legge del calcio.

ECCO LA CLASSIFICA AGGIORNATA

 



classifica
Fonte: Google

Napoli e Juventus continuano a condurre la classifica entrambe a 18 punti. 6 partite su 6 vinte. Durante questa giornata il Napoli è stato messo in difficoltà molte volte da uno SPAL abbastanza convincente ma è riuscito a conquistare i 3 punti. La Juventus, dopo aver stracciato il Torino nel derby riconquista la fiducia che stava andando perdendo.

In terza posizione troviamo l’Inter di Spalletti. Poco decisiva in avanti ma riesce comunque a fare il minimo indispensabile per i 3 punti. (1-0).

La squadra che, più di tutte, ha ingannato le aspettative è stata il Milan. Sconfitta per 2-0 contro un ottima Sampdoria. Montella adesso è sul filo del rasoio per Fassone (amministratore delegato) e per le successive partite non ha margine di errore, altrimenti verrà esonerato senza pensarci 2 volte.

ECCO I RISULTATI





risultati
Risultati 6a giornata di Serie A

La Roma procede discretamente continuando a vincere, e la Lazio si riconferma una delle migliori in corsa per il podio.

Il capocannoniere di questa Serie A, attualmente è Paulo Dybala (JUV) con 10 gol, seguito da Ciro Immobile (LAZ) con 8 gol e Edin Dzeko (ROM) con 6 gol.




 

Milan, non ci voleva! Montella deve andare via

MILAN STORDITO E CONFUSO

I tifosi si dicono molto arrabbiati a causa della prestazione dei giocatori rossoneri ma soprattutto delle scelte con le quali Montella ha deciso di affrontare la partita.

Non è mai facile contro squadre come la Sampdoria. Si trasformano contro i grandi nomi, specialmente quando giocano in casa, diventano delle belve e la tifoseria fa da 12° uomo in campo.

stadio-ferraris
Stadio Luigi Ferraris

 

“Ma fate sul serio?” si esprimono i tifosi rossoneri. 200 milioni spesi durante il mercato estivo e questi sono i risultati che porta a casa Montella. Il 4-1 contro la Lazio ci poteva anche stare, anche con qualche forzatura, ma 2-0 contro la Samp no. Le accuse, quindi ricadono tutte sul C.T., anche quelle dell’ amministaratore delegato Fassone al quale sfiora l’idea di un futuro esonero dell’ allenatore.

“Non sono gli acquisti sbagliati, ma le scelte tattiche optate”

Dice Fassone.



Montella deve studiare ancora, è impreparato, non riesce a gestire la formazione, deve sperimentare di più, non si possono lasciare 100 milioni in panchina vedere la disfatta di un Milan che all’ inizio aveva illuso tutti i tifosi speranzosi di una rinascita.

“La squadra non la sa motivare”.

“Per una squadra del genere ci vuole polso, lui è troppo elastico”

“Mentalità sbagliata fin dall’ inizio”

Sono questi i commenti a caldo dei tifosi, e chi più di loro che stanno vedendo lo sfacelo di anni e anni di glorie sanno cos’è meglio per la loro squadra del cuore?. Si sentono umiliati nel profondo, non si possono illudere in questo modo milioni di persone. La pazienza ha un limite.

RIFLESSIONI SULLA SQUADRA





Donnarumma: Senza colpe nelle occasioni da gol della Samp.

Zapata: Troppo sottile, salva un gol ma ne regala un altro che permette alla Samp di chiudere la partita.

Bonucci: Non ancora quello della Juventus.

Romagnoli: Partita discreta, senza particolari errori.

Abate: Si vede poco, la Samp, dalla sua parte, è riuscita a sfondare spesso.

Kessie: Troppo lento e impreciso. Tanti errori in fase di passaggio.

Biglia: L’unico che cerca di inventare qualcosa, ma nessuno si fa vedere.

Bonaventura: Quasi sempre giocate difficili che non riescono.

Ricardo Rodriguez: Impreciso nei cross ma ha dato tanto, almeno in corsa.

Suso: Passeggia in campo, trovando poco dialogo calcistico con la punta.

Kalinic: Tutto da solo non riesce a fare molto, lotta, crea spazi ma la palla non arriva quasi mai.





 

Serie A – I Pronostici della 6ª giornata

IL WEEK-END DI SERIE A

Oggi si riapre la Serie A con ben 3 anticipi a partire dalle h 15:00. Le partite di questo fine settimana si rivelano molto più difficili del solito nel pronosticare un probabile vincitore. Tutte partite molto equilibrate, o quasi.

ECCO I PRONOSTICI

Gli Anticipi

Roma-Udinese. La Roma pian piano diventa sempre più credibile, riuscendo a venir fuori vincitrice molto spesso e con molta facilità. L’ Udinese è sotto i ritmi prestabiliti, non sembra più quella dello scorso anno, peccando soprattutto in fase difensiva. (Probabile vittoria della Roma con almeno 2 gol di scarto).

SPAL-Napoli. Il Napoli sta dimostrando di essere inarrestabile, facendo fuori in maniera spietata anche le squadre più competitive. La SPAL, giocherà a viso aperto, ma le probabilità di successo sono troppo scarse. (Probabile vittoria del Napoli con almeno 2 gol di scarto).

Juventis-Torino. La Juve continua il suo cammino in vetta alla classifica ma ha il toro a soli 4 punti alle spalle e molto deciso. Le incognite sono tante in questa partita, come: Higuain si sbloccherà? Allegri saprà adottare le misure giuste? E se Belotti è in giornata? Una partita molto dubbia quanto spettacolare ci aspetta questa sera. (Probabile vittoria della Juventus con poco margine di vantaggio):



Le partite della domenica

Sampdoria-Milan. la Samp è a soli 3 punti dalla squadra milanese, dimostrando di essere in grado di saper difendere ma di non saper attaccare. Il Milan, sembra essere rinato, ma deve essere più decisivo per poter acquisire più fiducia. (Probabile vittoria del Milan con poco margine di vantaggio).

Inter-Genoa. Ritorna l’ Inter a San Siro alle 15:00. Spalletti è deciso a far bene in questa partita, ma tutto dipende dai giocatori e dal modo in cui entreranno in partita. L’inter vuole vincere e vuole dimenticare la brutta prestazione di Bologna. Il Genoa fa molta fatica in campionato, solo 2 punti per la squadra ligure. (Probabile vittoria dell’Inter con almeno 2 gol di scarto).

Cagliari-Chievo. Le 2 squadre sono distanti solo 1 punto l’ una dall’ altra e nessuna delle 2 vuole abbandonare la propria posizione in classifica, vogliono solo risalire, ma ambiscono a poco. (Probabile pareggio).




Crotone-Benevento. Potrebbe essere la possibilità per entrambe le squadre di guadagnare la prima vittoria in campionato, ma il Crotone, in questa partita, e vista anche la partita in casa, sembra essere un po’ più favorito del Benevento. (Probabile vittoria del Crotone).

Hellas Verona-Lazio. I biancocelesti hanno tanta voglia di rifarsi dopo l’amara rimonta subita contro il Napoli, e questa potrebbe essere l’occasione giusta per farlo. (Probabile vittoria della Lazio con almeno 2 gol di scarto).

Sassuolo-Bologna. E’ questa una delle partite più difficili. Entrambe le squadre sembrano essere sulle stessa lunghezza d’onda. Il Bologna sembra essere costante, ma se il Sassuolo è riuscito ad acquisire fiducia dopo la vittoria a Cagliari allora il risultato è esplicito. (Probabile pareggio o vittoria del Sassuolo).

Fiorentina-Atalanta. Una partita molto equilibrata. La Fiorentina sembra aver perso colpi dopo la sconfitta contro il Milan, ma non perde fiducia e ha tanti obbiettivi in questo campionato. L’Atalanta convince sempre di più è tanto motivata e segna tanto, una delle migliori in campionato. (Probabile pareggio o vittoria della Fiorentina con gol da entrambe le parti).





Serie A, i pronostici della 5ª giornata

IL TURNO INFRASETTIMANALE DELLA SERIE A

La Serie A ritorna con la 5ª giornata di campionato in un turno infrasettimanale a causa della pausa nazionali di inizio settebmbre.

Il campionato si apre con Napoli, Juventus e Inter in testa alla classifica con 12 punti, con le altre pronte a inseguire.

serie-a-pronostici


I PRONOSTICI

Benevento-Roma. Continua a non ingranare il Benevento, è ultima della classifica a 0 punti. I giallorossi stanno finalmente ritrovando la costanza della stagione scorsa, segnando e difendendo bene, Di Francesco è fiducioso. (Probabile vittoria della Roma con almeno 2 gol di scarto).

Atalanta-Crotone. Dopo il pareggio in casa del Chievo, la formazione bergamasca vuole tornare a vincere, e in casa, contro il Crotone, potrebbe essere un’ occasione. Il Crotone, però, è una squadra che gioca sempre a viso aperto con qualunque squadra si trovi d’avanti. (Probabile vittoria dell’ Atalanta con poco margine di vantaggio).

Cagliari-Sassuolo. La squadra sarda continua a guadagnare punti superando le aspettative di inizio campionato. Il Sassuolo, invece, ha delle difficoltà soprattutto in fase difensiva e non riesce ancora a sbloccarsi restando in fondo alla classifica con 1 solo punto. (Probabile vittoria del Cagliari).

Genoa-Chievo. Stessa situazione del Sassuolo vale per il Genoa, bloccata a un solo punto in fondo alla classifica. La partita in casa potrebbe essere una ghiotta occasione per staccarsi dall’ ultimo gruppo e raggiungere la metà classifica. La squadra veronese dà sempre il massimo anche se presenta ancora delle lacune a livello difensivo. (Probabile pareggio o vittoria del Genoa).

Hellas Verona-Sampdoria. La Samp sembra convincere la tifoseria, a 7 punti in classifica insegue Torino e Milan e ha poche intenzioni di sbagliare. Il Verona è in fondo a solo 1 punto e tanti gol subiti. (Probabile vittoria della Sampdoria).

Partite difficili

Juventus-Fiorentina. Una grande partita, lo spettacolo di certo non mancherà con probabili gol da entrambe le parti. I bianconeri sono statisticamente i favoriti e, giocando in casa, hanno poche probabilità di essere sconfitti specialmente con un Dybala nella forma attuale. Higuain è carico e non vede l’ora di dimostrare a tutti quello che realmente vale. I viola stanno disputando un ottimo campionato, se la giocheranno, non c’è dubbio, ma ancora non sembrano entrati nel ritmo di vittorie che tutti quanti si aspettavano. (Probabile vittoria della Juventus).

Lazio-Napoli. “Un over a questa partita non glielo toglie nessuno” (in gergo di scommesse). Nel senso che probabilmente ci saranno tanti gol e difficilmente una squadra riuscirà a prevalere sull’altra, entrambe in ottima forma. Se il Napoli avrebbe potuto avere qualcosa in più sulla carta, questa verrà annullata a causa della trasferta. Tanto equilibrio, una partita che verrà decisa da eventi. (Probabile pareggio o vittoria della Lazio).

Milan-SPAL. Il Milan ancora una volta ha l’occasione di dimostrare che è in corsa per raggiungere la vetta e questa partita è quella giusta. Kalinic sembra essersi sbloccato ritornando il bomber che vestiva la maglia viola nella stagione scorsa. (Probabile vittoria del Milan con almeno 2 gol di scarto).

Udinese-Torino. Una partita molto equilibrata. L’Udinese sembra riprendersi dalla brutta partenza di campionato ma lo sta facendo in maniera troppo lenta. Il Torino, invece, ha un altro passo ed è molto più incisivo in fase offensiva. (Probabile vittoria del Torino con poco margine di vantaggio).


 

Classifiche e Risultati – 4ª giornata Serie A

CHE BELLA LA SERIE A

La 4ª giornata di Serie A si chiude secondo le aspettative, con la vittoria delle squadre che finora avevano dimostrato di essere le migliori del campionato in competizione per la conquista dello scudetto 2017/18.

LA CLASSIFICA

Classifica Serie A 4 giornata Fonte: Google

Il Napoli, per adesso conduce la classifica con a punteggio pieno (4 vittorie su 4) con 12 punti a parimerito insieme a Juventus e Inter. Le 3 capoliste sono inseguite da una Lazio che non ha la minima intenzione di fermarsi e da un Milan che punta in alto .

Discorso differente da fare per le ultime 5 squadre in basso alla classifica, bloccate a un punto o addirittura a 0 come il Benevento che non riesce a ingranare in questa Serie A infernale.

Per quanto riguarda la metà classifica, si possono vedere: Una Roma che vuole a tutti i costi mettersi all’ inseguimento delle 3 prime. Una Fiorentina che sempre essersi rialzata pronta a combattere per fare del suo meglio. Un’ Atalanta che esaltata dall’ Europa eccede di autostima e un Cagliari che non sembra affatto una neopromossa.

ECCO I RISULTATI DELLA 4ª GIORNATA

I risultati della 4a giornata Fonte: Diretta.it

Adesso non ci resta che aspettare Martedì 19 settembre per vedere il primo anticipo della 5ª per il turno infrasettimanale.

Tutto sembra questa Serie A tranne che scontata.