Il Calciomercato è cambiato

IL MERCATO È CAMBIATO

Il calciomercato ormai da anni è diventato ingestibile, con regole che spesso non vengono rispettate a causa delle enormi cifre da capogiro che circolano tra delle società più ricche. Tutto ciò rende più facile il mercato delle big e molto più difficile quello delle piccole squadre che con un budget limitato non riescono più a farsi spazio nei grandi campionati.

UN ESEMPIO:

Prendiamo una cifra a caso: 40 milioni di euro.

Se negli anni 90 una società aveva a disposizione una cifra del genere (senza prendere in considerazione valute o monete ma solo il valore) poteva permettersi di comprare un intera squadra di fenomeni.


Dati alla mano :

  • Anni 90:

Zidane – 3,2 milioni

Seedorf – 3,2 milioni

Rivaldo – 5,4 milioni

Ronaldo “fenomeno” – 12,8 milioni

Sharer – 15 milioni

TOTALE:  39,6 milioni

  • 2017:

Schick- 40 milioni


LE CAUSE

La maggior parte della “colpa” è da attribuire all’ ingresso all’interno del mercato calcistico di principi arabi e grandi società cinesi. Questi, avendo a disposizione enormi cifre da spendere, fanno di tutto per eliminare la concorrenza e attribuirsi a tutti i costi i migliori giocatori sulla piazza. Avere un Top Player in squadra, significa quindi, trarre profitti attraverso sponsor, pubblicità e vendite di gadget in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *